Piccoli sprazzi di vita

Ci sono dei periodi dell’anno in cui sento il momento che è giunto il momento di fare una sorta di bilancio. Ovviamente il più classico è a fine dicembre; e il secondo (che in realtà per motivi di temporalità viene per primo) è a fine agosto. Non so perchè proprio a fine agosto e non in qualsiasi altro periodo dell’anno. Forse perchè cade il mio compleanno, e allora inizi a pensare a che cosa hai fatto di buono in questo altro anno di vita trascorso, pensi alle cose che ti sono successe, sia belle che brutte.
Quest’anno, almeno per ora, non lo metterei certo nella lista di quelli “da ricordare”. Molto impegnativo a livello universitario, difficile a livello personale: con le mie coinquiline il clima è diventato irrespirabile (siamo in quattro e due di loro non parlano con nessuno; ma neanche un mezzo ciao quando entri in casa…tutto ciò senza un motivo preciso. Dopo un pò uno inizia a sclerare!), e poi c’è stata la storia di cui vi ho mezzo accennato in qualche post precedente.
Era da un bel pò di tempo che non mi prendevo una mazzata simile; oltretutto dopo che per mesi, quanto tu avevi già fiutato il “pericolo” (conoscendo l’esimia testa di cazzo con cui hai a che fare), il tuo migliore amico continuava a ripeterti “la nostra amicizia non è tema di discussione, lei la deve accettare perchè è una cosa pulita e basta perchè non mi può togliere le amicizie. Sei una delle persone più importanti della mia vita e non ti voglio certo perdere. Io voglio che tu ci sia sempre nella mia vita” e tu finisci per crederci. E poi passa qualche mese, superano la loro crisi, ma questo comporta la fine della nostra amicizia così come è sempre stata. Nessuna chiamata, nessun messaggio, il silenzio più totale. La prossima settimana è il mio compleanno e sono quasi convinta che non mi farà neanche gli auguri.
Questa cosa mi ha fortemente destabilizzato; per mesi ho sperato che fosse solo un periodo, un momento, un piccolo “contentino” da dare a lei. E invece poco dopo ho realizzato la triste realtà: finchè quei due rimarranno insieme le cose saranno così, perchè lei ha sempre vissuto la nostra compagnia come una minaccia alla loro relazione. E per quanto si siano trasferiti in un’altra regione principalmente per motivi lavorativi, diciamo che sono convinta che lei abbia preso la palla al balzo per ricreare la loro situazione iniziale di isolamento. Stanno insieme da sette anni, e per sette anni sono stati solo loro due e basta. Niente amicizie intorno che non fossero coppie. E poi siamo arrivati noi ed è scoppiata la bomba. Se dopo sette anni di relazione, il contatto con la realtà esterna mette così in crisi la coppia, penso di poter dire che qualcosa alle fondamenta di molto importante non c’è o non funziona a dovere.
Ora sono decisamente più serena, sopratutto da quando si sono trasferiti. Forse perchè è passato del tempo o forse perchè ho la consapevolezza che questo trasferimento non li ha spostati solo materialmente dalle nostre vite, ma anche realmente. Il gruppo ha ritrovato una serenità, perchè negli ultimi mesi eravamo spaccati tra le persone che mi sono state vicino e che nelle uscite mi stavano vicine per evitare momenti spiacevoli e gli altri che stavano con l’allegra coppietta. Da ora in poi le nostre strade si incroceranno ben poco, per fortuna. Sono andata avanti e non ci voglio pensare più, tanto la situazione mi sembra alquanto chiara. Alcuni di noi sperano che le cose possano tornare come prima, che lui si possa rendere conto di aver sbagliato, che una volta passata l’euforia della novità lui si renda conto che non si può vivere tutta la vita così. In questo senso non sono poi così ottimista, anzi. Io sono convinta che ormai sia andata, anche perchè si sono trasferiti con l’intenzione non solo di andare a vivere insieme, ma  di sposarsi entro il 2013.
E’ sempre un trauma perdere questo tipo di amicizie, ma ad un certo punto non si può far altro che lasciare andare le persone, anche se, come nel mio caso, si ha l’orribile sensazione che non torneranno mai più.

Annunci

22 thoughts on “Piccoli sprazzi di vita

  1. è davvero un post sentito.. io capisco il tuo stato d'animo, perdere un'amicizia non è mai piacevole. Però anche chi è dall'altra parte, ti assicuro, non gli è così semplice.La fidanzata del tuo amico non ha tutti i torni, per conto mio.L'amicizia tra uomo e donna è molto complessa.Chi si trova in mezzo tra due persone che si considerano "amici", si sente gelosa e impaurita di perderlo.Certamente da parte tua crederai che è poca sicurezza sia del rapporto in sè, sia della persona (intendo la fidanzata), però è una continua competizione.Due donne per un uomo, anche se su due diversi livelli d'importanza, forse sono troppe…Naturalmente questo è un mio pensiero, tu puoi non esserne d'accordo.. però io l'ho vissuta e quando consideri "amico" qualcuno sotto sotto se non dalla tua parte, dalla sua c'è qualcosa di più.A presto. Valeria P.s. Ankio compio gli anni la prossima settimana.. mi ricorderò di farti gli auguri!P.s.s perdonami se sono stata invadente.. ma pensavo giusto dirti anche io mio pensiero.. magari ti fa riflettere un pò! P.s.s.s. Sicuramente sei una ragazza stupenda, non abbatterti nella giornata del tuo compleanno per il difficile anno.. bensì sorridi sperando che il prossimo sia pieno di cose belle! Te le auguro tutte! P.S.S.S.S…FINALMENTE HO FINITO! =D hihihihi

  2. é il tuo pensiero e lo rispetto, però non sono completamente d'accordo. Posso capire il discorso della "competizione" ma se trovi una persona che si mette in competizione. Nel senso io ho sempre cercato di farle capire che non aveva niente da temere e gliel'ho sempre dimostrato concretamente, tipo organizzando la sua festa di laurea e cose simili. Insomma penso di aver fatto tutto il possibile per cercare di salvaguardare tutto e tutti. Non è servito a niente pazienza :)Io penso che non ci si possa chiudere a riccio perchè alla fine è sempre deleterio. Lui ha già perso gli amici una volta per lei, per stare SOLO con lei. E adesso lo sta facendo di nuovo. E' una sua scelta, ovviamente, ma da amica non la trovo corretta

  3. Il problema allora non è lei (la fidanzata) ma lui.. non si è molto dimostrato Amico! anzi.. se lo era davvero avrebbe chiarito con la sua Lei il fatto che lui ti PRETENDE nella sua vita.Ma sopratutto che se avrebbe dovuto escluderti dalla sua vita quella che ci avrebbe perso è l'altra non tu!Forse forse.. chi c'ha perso in tutta questa storia è Lui.. Non di certo tu.. ciò che credevi non era così. Ne valeva la pena allora?!

  4. All'inizio pareva così, nel senso che lui si era "imposto" con lei, chiarendole che non poteva togliergli gli amici. Lei allora gli aveva detto che se avesse continuato ad essere così amico con me gli avrebbe dovuto imporre una scelta, o me o lei. E lui le aveva risposto di non essere così certa di uscirne vincente. E la cosa sembrava morta li. Poi invece pian piano lui si è allontanato da tutto e tutti fino ad arrivare alla situazione attuale. Credo che alla fine lei si sia imposta e lui abbia ceduto per non perdere la sua relazione.Forse hai ragione tu che non ne vale la pena, perchè una persona che ti vuole davvero bene non si sarebbe comportata così. Però fa male lo stesso 🙂

  5. Naturalmente tesoro che fa male.. e ti ripeto come ti ho detto all'inizio che è più che normale!Però a questo punto meriti di più.. una persona che ti sappia volere bene incondizionatamente, rimanendo certa che ci sia per sempre.. ma Sempre per davvero!Passa un felice compleanno e sorridi sorridi sorridi!! Anche se fa male ora un giorno riuscirai a ricordare di lui solo i momenti belli.. sorridendone ancora.. fidati è successo anche a me.. un abbraccio se può servire.. valeriaVà che ti tengo d'occhio!?

  6. Ho vissuto anche io una situazione simile alla tua con un mio amico..ed è finita che ormai con lui non parlo più…e non certo per mia volontà…spero naturalmente che il tuo caso finisca diversamente…sai anche a me a fine estate i vien voglia di fare bilanci…ma quest'anno ho deciso di non farlo…mi sono appena laureata e di fronte a me c'è tipo la nebbia dei giorni più nebbiosi dell'anno in piena pianura padana…io intanto ti auguro di iniziare un nuovo anno universitario sereno…anche io quest'anno ho avuto una coinquilina con cui mi dicevo a stento "ciao"…spero riuscirai a risolvere anche questo problema…ma dato il tuo ottimismo sono sicura non ti farai abbattere da questa situazione! ^^ Ah! mi sono intromessa senza neanche conoscerci…sono arrivata fin qui dal blog della Lunga e di Federica…e ora mi sa, se non ti dispiace, che ti followerizzo…così ripasso a trovarti..a presto! 🙂

  7. Un grandissimo in bocca al lupo per il tuo futuro! Ne abbiamo bisogno tutti!Per il mio amico…temo proprio che finirà così…ci farò l'abitudine.La nonna dice sempre chi non ti vuole non ti merita… sarà vero :)Laurea in che cosa?

  8. Ti auguro che le cose siano diverse e che possiate in qualche modo ritrovarvi. Ho vissuto una situazione analoga, ma è andata male…non ho più sentito il mio migliore amico. In compenso, con gli anni (tanti!), abbiamo messo da parte il rancore, ci siamo sentiti una volta telefonicamente e ora, per avere notizie di lui e famiglia, sento quella che l'ha allontanato da me e da tutti i suoi amici. Che cosa assurda!

  9. Che situazione assurda mamma mia! Da una parte mi sento sollevata dal fatto che è un tipo di esperienza comune a molti, ma dall'altro mi chiedo come si possa essere così stupidi e limitati da dover chiedere l'isolamento totale come prova d'amore… l'amore non dovrebbe essere qualcosa che ti completa invece che qualcosa che ti priva di una delle gioie più belle della vita, ovvero gli amici?

  10. eccomi! senti… io sono dalla tua parte perchè dalle tue parole si comprende quanto tu soffra per questa situazione! però devo dire che non è facile nemmeno la posizione dell'altra: l'amicizia tra uomo e donna è sempre contornata (sia per diceria, che per verità!) dal fantasma "amore" e forse questa cosa l'ha spaventata! io sono stata innamorata del mio migliore amico e quando si è scoperto anche lui l'amicizia si è incrnata irrimediabilmente e ci sono stata da cani! però…. è lui quello che ha realmente sbagliato in questa storia! come il 99 % degli uomini ha lasciato che gli altri prendessero decisioni per lui! e meno male che ce li hanno loro gli attributi! :-/

  11. Bruja: si, e capisci che non devi dare niente e nessuno per scontatoLunga: eh già… forse, come diceva qualcuno prima non era poi così amico, visto come sono andate le cose. Ne valeva la pena? Forse no…

  12. A me sembrava di aver già commentato questo post perché me lo ricordo bene e mi ricordo bene anche la mia risposta. Devo aver fatto casino coi vari codici captcha ecc… Ciò che penso è che la persona in questione ha fatto una scelta ben precisa, dimostrando di tenere più alla ragazza che al rapporto di amicizia. Alcuni possono pensare che sia giusto, ma secondo me le due cose possono trovare un giusto bilanciamento, basta avere le palle per trovare un compromesso. Tra l'altro, una ragazza che impone al suo ragazzo di non vedere più un'amica importante dimostra anche di essere molto egoista e non so quanto un rapporto basato su queste premesse possa andare avanti.

  13. Signor Ponza: io la penso esattamente come te. Un compromesso è sempre possibile, basta essere un minimo intelligenti e avere il coraggio per far capire le cose. Amore e amicizia secondo me sono due binari paralleli che possono benissimo continuare a viaggiare insieme, senza intralciarsi uno con l'altro. Tempo al tempo e si vedrà che cosa succederà. Ora come ora non ne voglio più sapere; poi mai dire mai nella vita!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...