Saviano e la dignità dei Casalesi

Ieri sera il programma di Fabio Fazio e Roberto Saviano, Quello che (non) ho, ha dedicato una lunga parentesi alla vicenda dell’Eternit, che coinvolge la mia città e me in prima persona. Il monologo è stato molto lungo, intenso, preciso e la signora Romana Blasotti Pavesi, presidente dell’Associazione Familiari delle Vittime, ha letto la definizione di “Polvere”.

Sono stata davvero felice che il programma si sia occupato di questa parentesi così dolorosa per noi casalesi; ora tutti sanno che cosa è successo e sta ancora succedendo a Casale Monferrato. Tuttavia una delle cose che ho più apprezzato di questo monologo è il barlume di speranza che racchiudeva, quella luce in fondo al tunnel, quella speranza che è necessaria per poter andare avanti e continuare la nostra vita con dignità, gioia e serenità, pur rimanendo ben consapevoli di quanto siamo a rischio. Non mi sono mai sentita così fiera di appartenere a questa comunità che non si è piegata a niente,  pur di arrivare al riconoscimento degli omicidi che sono stati consapevolmente commessi dai proprietari della fabbrica. Una comunità che è andata fino in fondo per ottenere quella giustizia che si meritava.

“Io sono convinto che i Casalesi non si siano seduti”. No, caro Roberto; non solo non si sono seduti, ma si sono rialziati!

Annunci

8 thoughts on “Saviano e la dignità dei Casalesi

  1. La puntata di ieri sera sfortunatamente non sono riuscito a seguirla, a Bari abbiamo un problema simile a quello della Eternit e tutto quello che può servire è benvenuto.

    Detto questo, visto quello che ha scritto sugli altri “casalesi” Saviano, il titolo è fraintendibile 😀

  2. Ho ascolto con attenzione l’intervento di Saviano sulla vicenda Eternit…indignazione per quello che è successo si è mescolata alla stima per voi casalesi e per questa battaglia…

  3. Si sono rialzati e sono forti come non mai. Sono pure dalle mie parti, dove precedenti politici hanno dato loro spazio. Non aggiungo altro.

    Un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...