No panic!

Prima di tutto mi sembra doveroso ringraziarvi di cuore; i vostri commenti mi hanno davvero sollevato molto e soprattutto capire che la mia situazione è (purtroppo) abbastanza comune, mi ha decisamente aiutato a vedere le cose sotto un altro punto di vista.

In questi giorni ho riflettuto molto su che cosa fare in merito alla questione del post precedente. Alla fine ho preso una decisione, ovvero quella di andare per la mia strada; non dico che con la mia “vecchia” compagnia chiuderò totalmente i battenti, ma deciderò di volta in volta il da farsi, senza pensare troppo alle loro reazioni. Forse è un po’ da egoisti, ma d’altronde non mi sembra che sia arrivata tutta questa gran comprensione da parte di queste persone che io ritenevo assolutamente fondamentali.

Detto questo e quindi prendendo atto di che cosa ho deciso di fare, sono spaventata a morte! E penso di aver capito il perchè: ho paura di rimanere sola. Già proprio così, e penso che sia dovuto al fatto che non vivo in una grande metropoli, in cui è sicuramente più facile cambiare giro di amicizie e conoscere gente nuova. Inoltre le nuove persone che ho iniziato a frequentare mi piacciono molto, ma non possono ancora definirsi amici. E’ la situazione che ci si trova sempre ad affrontare quando si chiudono dei rapporti importanti, o comunque quando vengono ristabiliti degli equilibri in maniera così netta e diversa.

L’istinto mi dice che è la cosa giusta da fare, e poi però la testa mi fa pensare a tutte queste cose e mi prende una leggera sensazione di panico…

Poi però mi dico anche: pensa un attimo a tutto quello che è successo in quest’anno, a come la tua vita alla fine sia migliorata, a quante persone nuove sono entrate nella tua vita. E in tutto ciò hai appena messo fuori i piedi dal “recinto” in cui ti avevano messa. Quindi chissà quanto potrai fare adesso!

Sarà vero, o me lo dico solo per rincuorarmi?

Annunci

23 thoughts on “No panic!

  1. …Non è bello, ma purtroppo a volte capita di trovarsi ad affrontare situazioni simili con gli amici “storici”… A volte può sembrarti che gli altri non capiscano, non accettino o non siano completamente felici per i cambiamenti che stai apportando alla tua vita…
    E ti dici “Cavolo, sto lavorando duramente per trovare la mia strada e al posto di dimostrarmi il loro supporto, mi criticano/mi prendono in giro/si lamentano del mio comportamento/sono gelosi”…
    Penso che tu faccia bene a cercare di stringere nuove amicizie ed in generale a guardare avanti… ma magari sforzati anche di mantenere dei contatti saldi con una parte dei tuoi vecchi amici…
    Fra qualche mese magari altri amici cominceranno a cercare gli stessi cambiamenti… e a quel punto forse capiranno meglio quello che stai vivendo tu…

  2. Guarda, faccio per un attimo l’antipatico e dico che, a parte per la storia dei Brangelina, un po’ capisco chi fa fatica ad accettare i cambiamenti. Ma capisco anche te, quando dici che hai paura di restare sola. Anche io ce l’ho, ed è tremenda perché spesso non mi rende in grado di fidarmi come vorrei. L’anno scorso frequentavo un sacco di erasmus, quest’anno ovviamente saranno tutti nuovi e confido che avrò altrettanta fortuna 🙂

  3. Strano, chi abita in una metropoli spesso pensa che in un piccolo centro sia più facile fare amicizia. Il mio consiglio, se posso, + che la paura di essere soli non è mai una buona consigliera, nè in amicizia, nè ancor di + in amore. Sono stata tanto sola in passato anche per motivi scemi tipo che non guido e alla sera c’era chi faceva fatica a portarmi a casa, ho cambiato città a 20 anni e di nuovo a 30 e posso dirti che mi hanno salvata i corsi: nel mio caso scrittura perchè scrivo, ma anche la palestra tantissimo e ballo. Mi sono un po’ buttata ecco. Ora ho tantissimi amici, sono sposata e frequentiamo coppie certo, ma anche amiche single, le compagnie vanno e vengono i veri amici restano nelle burrasche della vita. Non temere che sei sei una persona empatica salterà fuori.

  4. nell’ultimo anno sono davvero cambiate tante cose e sei riuscita a sfangarle tutte, l’allontanamento può servire per mettere a fuoco amicizie e situazioni, apri le braccia al cambiamento, non aver paura, se non ti lanci adesso quando? un abbraccio stretto

  5. devo rispolverare i vecchi tuoi post per capire meglio la situazione, ma a volte e soprattutto alla tua età capita di cambiare le vecchie amicizie, proprio perché si scopre di averle un po’ idealizzate…

  6. Come ho scritto nel commento al post precedente, anche per me è un periodo difficile con gli amici storici. Ti dirò di più: mi confrontavo sul tema con una collega più grande, che ha già tre figli di cui uno quasi maggiorenne, e anche lei mi confermava che negli anni le amicizie cambiano. Ad esempio lei adesso frequenta spesso i genitori dei compagni dei suoi figli, e un amico conosciuto ad un corso di formazione. Semplicemente secondo me bisogna cambiare un po’ l’ottica, e aprirci all’idea che una persona che incontriamo domani al supermercato possa diventare nostra amica. Chiaro che magari uno o due degli amici di gioventù rimarranno, ma probabilmente molti altri (la maggioranza) che ci accompagneranno negli anni a venire, li dobbiamo ancora incontrare…

  7. Isabel con la tua vecchia compagnia ci sono stati alti e bassi che abbiamo di tanto in tanto letto sulle pagine del tuo blog…iniziare a decidere più per te stessa che cercare di entrare nelle teste di tante persone forse sembrerà più egoistico ma in realtà a a mio parere è il modo di salvaguardare le proprie relazioni…non stai voltando le spalle a nessuno, ma aprendoti a tante nuove possibilità che, pian piano, riusciranno a convivere con tutto il tuo mondo…vai tranquilla e goditi queste nuove esperienze…:-)

  8. No, è davvero così come dici.
    Se c’è una cosa che ho capito dalla vita : anche quando ci sembra tutto improbabile, come conoscere qualcuno di interessante, puff ecco che ti ritrovi catapultato in qualcosa che non immaginavi neanche possibile.
    Lo canta anche Antonacci in una canzone e io ne ho fatto il mio motto: IL DESTINO HA PIU’ FANTASIA DI NOI 😀
    Continua per questa strada che vai bene

  9. Ti riporto una frase di un’attrice famosa ormai anziana, Valentina Cortese, che mi illumina e sostiene e che sento molto mia, e credo possa essere utile anche a te.
    “Ciò che conta è volare alto. I corvi vanno a schiera, le aquile vanno sole.
    Lei ha mai visto camminare un’aquila?
    le aquile sono destinate a volare in alto, non a stare nei pollai.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...