Illuminazioni del sabato mattina

Sono sempre più convinta che andare per la mia strada, sia la cosa migliore da fare per me stessa. Ieri sera mi sono vista con due amiche “storiche”, dei tempi del liceo, persone con cui ho camminato e continuo a camminare sulla strada della vita. Con loro ho vuotato il sacco, di mesi e mesi di sopportazioni varie, e non solo mi sono sentita liberata di un peso enorme, ma una delle due mi guarda e molto tranquillamente mi dice: “Tesoro, me lo aspettavo che prima o poi sarebbe successo. Tu non centri niente con queste persone e loro non capiscono determinate cose. Lascia perdere e vivi la tua vita, che te lo meriti”.

Oltretutto sono venute fuori altre cose molto interessanti: il famoso venerdì in cui non sono uscita perchè c’erano i Brange ho scoperto che sono stata un argomento di discussione molto interessante. La scena si è svolta coi miei amici che si lamentavano coi Brange perchè non mi dovrei isolare così e bla bla bla e i Brange che, candidi e magnanimi, sentenziano che per loro non c’è nessun problema se esco anche io, anzi che posso uscire quando ci sono loro…

Direi che un no comment è d’obbligo 🙂

Annunci

Amarezza canaglia

Oggi non ho il minimo dubbio su come definire il mio stato d’animo: profondamente amareggiata. Cercherà di fare un riassunto delle puntate precedenti senza essere troppo noiosa.

Da quando ho iniziato a lavorare con i ragazzi di Iodanzo, da quando mi sono fatta dei nuovi amici e da quando ho poi iniziato a lavorare in studio, i miei “vecchi” amici hanno iniziato ad avere un atteggiamento decisamente ostile nei miei confronti. E’ vero che non uscivo più con loro tutti i weekend o tutte le “festività” più o meno comandate, ma per me non era cambiato nulla; il bene che voglio a queste persone è rimasto immutato. Invece da parte loro ho percepito un netto cambiamento, senza aver ben compreso i motivi.

Ieri è successa una cosa che mi ha fatto ancora più capire che a queste persone di me non interessa più di tanto. I ragazzi avevano organizzato un’uscita per venerdì sera, perchè poi una delle ragazze del gruppo parte per le vacanze (piccola postilla: io per loro ero Onassis perchè sono andata una settimana in vacanza e poi viene fuori che partono tutti, ma questa è un’altra storia). Io ho accettato perchè comunque a me, nonostante le frecciatine e le battutine poco simpatiche, mi fa piacere uscire ogni tanto con loro, per cercare di fargli capire che si può continuare ad essere amici anche se non ci si vede ogni santo weekend.

Invece cosa è successo? Ho scoperto che venerdì ci saranno anche i Brangelina e quindi non andrò, perchè onestamente sono stufa di accettare le decisioni altrui senza prendere in considerazione quello che sento io. Insomma in sostanza io non vado, e in generale la cosa è stata presa con totale indifferenza ed una delle ragazze mi ha detto che ci teneva a vedermi perchè poi parte ecc ecc, che è una vita che non ci vediamo, che per i Brangelina non è un problema se ci sono anche io, e che non mi posso isolare così come sto facendo.

Io le ho risposto che invece per me è un problema e che quindi non vado; che non è una questione di isolarsi perchè qualche volta che c’erano anche loro sono andata, ma la cosa non mi fa proprio piacere visto che quando ci sono i Brange i ragazzi non mi rivolgono la parola, perchè bisogna far vedere ai Brange che anche loro mi considerano una persona di merda. Quindi, se ci si tiene veramente a vedersi, si può anche organizzare di vedersi separatamente, perchè da ora in avanti metto davanti a tutto quello che fa star bene me e basta. Lei mi ha risposto parecchio scocciata di fare come preferisco.

Ci sono rimasta parecchio male: prima di tutto penso che se ci si teneva veramente a uscire con me, si poteva anche organizzare l’uscita senza i Brange, perchè comunque con loro si sono visti sabato scorso e ieri tutta la giornata per il Ferragosto. Inoltre io non in tutto questo discorso dove rientro? Nel senso, per i Brange non c’è problema, per gli altri neanche, ma qualcuno che pensa a come mi posso sentire io dove sarebbe?

Che amarezza…

Pensieri in ordine sparso

Anche questo secondo giro vacanziero è purtroppo giunto al termine; una mia amica mi ha  gentilmente ospitato qualche giorno a casa sua a Noli, splendido paesino ligure tra Spotorno e Finale Ligure. La Liguria ha sempre avuto un posto speciale nel mio cuore, ma devo dire che questa località mi ha davvero colpito molto, soprattutto per il mare; per me che preferisco l’acqua fonda e cristallina, non c’è niente di meglio del Mar Ligure! Da lunedì si ritorna operativi, ma con molta più carica in corpo!

Per Ferragosto non ho nessun programma in particolare: coi ragazzi non andrò perché ci saranno anche i Brangelina e visto che ho imparato a farmi furba, ho deciso di mettere davanti quello che fa star bene me e non sempre e solo le altre persone. Alla fine i compromessi sono sacrosanti se vengono fatti da entrambe le parti; dato che non sono mai stata interpellata in determinate decisioni, da ora in avanti mi farò beatamente i fatti miei. Quindi, se il tempo sarà clemente, farò un salto in piscina con altri amici, altrimenti se il sole quel giorno si prende una pausa, dormirò e ozierò tutto il santo giorno 🙂

Obiettivo dei prossimi mesi sarà riprende un peso forma decente! La situazione non è assolutamente grave, nel senso che entro ancora in tutti i vestiti presi quando pesavo qualche chilo in meno, quindi si può perfettamente rimediare. Però da quando ho smesso di fare attività fisica, sono allegramente lievitata come un bel soufflé e in queste vacanze non ho decisamente badato a mantenere la linea 😛 Ora è il caso di rientrare in carreggiata! Stamattina ho ripreso in mano il foglio della dieta e non è per niente pesante; praticamente è come mangio già abitualmente, solo che devo ricominciare a pesare la roba; dovrò anche pensare di ricominciare la piscina, tanto direi che sono provvista di un bel salvagente naturale, quindi non ho problemi 🙂

Stranezze

Questo weekend mi sono sentita strana, e non è dovuto solo alla febbre. E’ come se tutto ad un tratto, le cose avessero assunto una forma ben definita, come se tutti i tasselli del puzzle fossero andati misteriosamente e magicamente al loro posto.

Avevo la febbre, ma non ho visto i Brange e mi sono risparmiata incazzature varie.

Nel telefonare alle mie amiche per avvisarle della mia assenza dovuta a cause di forza maggiore, mi sono arrivate tante conferme inaspettate. Un carico di affetto e di preoccupazione notevole, che non mi aspettavo più da certe persone.

Avevo accumulato così tanta stanchezza che un weekend a casa, tranquilla e nel letto era quello che mi ci voleva per recuperare le forze.

Da oggi si ricomincia con il solito vortice di impegni, però direi che è il caso di prendere un pò di vitamine per evitare altri tracolli poco desiderati

Non tutto il male viene per nuocere

Questa sera c’era la fatidica cena, ma io sono stata atterrata dalla febbre. Ammetto che sono abbastanza sollevata perchè non avevo davvero voglia di vedere i Brange e a parte questo, avevo seriamente bisogno di una serata di puro relax casaling dopo questa settimana infernale.

Infine devo dire che la reazione delle ragazze mi ha stupito; ho capito in particolare che E ha perfettamente compreso la situazione, sia per quanto riguarda la singola serata che per tutto il resto. Quando le ho telefonato per avvisarla del tutto, mi ha tenuto al telefono 20 minuti, raccontandomi le sue ultime novità. Inoltre era molto dispiaciuta e non scocciata, e mi ha detto di non preoccuparmi e che avremmo poi festeggiato in seguito. Ha espresso anche la voglia di vedermi; io sabato prossimo ho già un impegno ma le ho promesso che ci saremmo organizzate o per venerdì o per sabato. Insomma questa influenza improvvisa, in fondo, non è così male!

Luna avversa

Questo weekend inizia sotto le peggiori prospettive; tanto per iniziare questa mattina mi sono svegliata con un tempo orribile: sembra che debba venir giù il diluvio universale da un momento all’altro. Sono felice che questa settimana sia finita, perchè è stata veramente lunga, pesante e faticosa; avrei voglia di riposarmi e stare un pò tranquilla. E invece no.

Domani c’è una festa di compleanno. E fin qui niente di strano, anzi di solito le feste di compleanno mi mettono allegria. Tuttavia questa è la festa di due mie amiche e della Lei dei Brangelina… Quanta gioia! Ovviamente fosse la festa di Lei e basta diserterei alla grandissima, però mi spiace per le mie amiche. Inoltre, vista la situazione un pò delicata che c’è in compagnia, ovvero “ti sei trovata dei nuovi amichetti e a noi non ci consideri più”, è meglio andare. Conto molto sul fatto che ci saranno anche degli amici solo dei Brange, e quindi spero che staranno in un angolo con loro. Non sono dell’umore giusto per sopportarli più di tanto. In ogni caso una cena non è una tragedia e credo proprio che taglierò la corda dopo la torta.

Insomma non vedo l’ora che sia domenica!

Mi avete ufficialmente rotto le balle!

Sarà che in questo periodo vige la regola un pò egoistica del prima me e poi gli altri, perchè voglio essere il più concentrata possibile sulle mie cose. Però onestamente alcune cose mi hanno davvero scartavetrato i maroni; ma lo dico onestamente: BASTA!
Riassunto delle puntate precedenti: i Brangelina invitano i ragazzi a casa loro. I ragazzi ci vanno ma non me lo dicono perchè non sanno bene come gestire la situazione. Io lo scopro perchè la lei dei Brangelina lo sbandiera su Facebook a destra e manca; mi chiarisco con gli altri, spiegandogli che non è il caso di mentirmi, che basta essere adulti e si possono mantenere i rapporti con entrambi. Il mio discorso viene perfettamente capito ed ho la prova della buona fede dei miei amici, ovvero lo scorso weekend fanno di nuovo a Milano perchè dai Brangelina c’è una nostra cara amica. Io ritorno bella e serena, pensando che d’ora in poi le cose siano perfettamente gestibili: in occasioni ufficiali come Natale, Capodanno, Pasquetta, Ferragosto e compleanni vari li dovrò sopportare per amor di patria, ma per il resto si può evitare. Fine? Tutti felici e contenti? E quando mai!
Ieri sera sento E2 (che è amicona con la lei dei Brangelina, ma anche amica mia visto che ci conosciamo da 10 anni e passa). Come va, come non va e ad un certo punto lei se ne esce dicendomi che stanno organizzando coi Brangelina perchè i due vadano a trovarli ad Aosta, dove lei vive col ragazzo. Io non faccio una piega ecc, ma le dico che spero che verrà giù anche lei una volta per stare insieme. Lei mi risponde che cmq stanno pensando di venire su anche gli altri, e che cmq trovarsi a Milano è più semplice per tutti. Io le rispondo che a Milano non sono e non sarò mai invitata e che quindi, se ci si vuole vedere, bisogna organizzarsi diversamente. Lei mi risponde che va bene che a casa dei Brange non sarò mai invitata, ma che se si organizza in un luogo pubblico non vede perchè non devo venire. Io le rispondo dicendole che mi sembra un pò assurdo venire a Milano, luogo pubblico o meno, visto che cmq loro vanno su per stare insieme ai Brange ed io non ci azzecco molto. Lei risponde tutta scocciata, come se ci dovessimo vedere per forza tutti insieme.
Io non so davvero più come gestire la cosa e come comportarmi; quando ci sono faccio finta di niente e però mi sento dire che cmq c’è sempre del gelo vagante. Se non vado ci si lamenta perchè non sono andata. Veramente io non so davvero più che fare! Poi per carità, gli altri non sapranno più davvero che fare e sono sicura che non c’è in ballo la nostra di amicizia. Però veramente, ora BASTA!