Un bel guazzabuglio moderno

 Per me la sobrietà è uno stile di vita; non amo particolarmente gli eccessi e nonostante sia una persona abbastanza brillante e socievole, mi sento di appartenere alla categoria delle persone “sobrie”. Sobrietà per me non è sinonimo di noia, grigiume o poca iniziativa; si può essere sobri ma decisi, pacati ma risoluti, gentili ma brillanti. Non amo le persone sguaiate, eccessive, quelli che urlano e sgomitano. Ecco perchè ho in particolare simpatia persone come il nostro Presidente della Repubblica, un uomo con le palle ma pacato, e il nuovo Presidente del Consiglio, un signore che mi sembra quasi timido ma dalle idee decisamente chiare. Ecco come la sogno la nuova Italia: sobria, pacata, risoluta e gioiosa..

Ho voglia di scoprire della musica nuova: stamattina stavo mettendo a posto i brani musicali che ho salvato sul computer, ed inizio ad essere un pò stufa di sentire sempre le solite cose. Amo molto il rock, il jazz, il soul, il blues. Qualcuno di voi ha dei buoni suggerimenti per me? Il mio Ipod reclama nuove voci e sonorità.

In questi giorni faccio un pò fatica a portare avanti la tesi e lo studio; sarà l’arrivo del freddo vero, quello che ti fa venir voglia di passare la giornata sotto le coperte a suon di film, libri e cioccolata calda, sarà che sono stata poco bene, ma le cose procedono un pò a rilento. E questo non è un bene! Ogni scusa è buona per fare altro. Per esempio, ho provato il famoso smalto verde della Pupa e devo dire che sono estremamente soddisfatta. Gli ultimi acquisti di makeup sono stati veramente azzeccati! Purtroppo in vista dei regalini natalizi non posso spendere nulla da qui fino a Natale, visto che non ho uno straccio di lavoro e non voglio dover chiedere un finanziamento troppo grosso ai miei per i regali da fare. Ecco, fra parentesi sarebbe anche ora di iniziare a pensare a che cosa regalare…
Affacciandomi dalla finestra, vedo che la nebbia è ancora fitta e bassa; altro flash: devo assolutamente procurarmi una cuffia decente; ormai la mia cade a pezzi! Da qualche anno a questa parte ho scoperto che le cuffie mi donano molto, però ovviamente ho tutte le mie teorie a riguardo. Amo quelle grosse, cadenti, spesse e anche abbastanza colorate perchè già l’inverno è smorto di suo e un pò di colore ci sta solo che bene! Bisogna andare in missione al più presto, altrimenti quei pochi neuroni che mi restano rischiano il congelamento!

Ultima piccola riflessione: finalmente ieri sera Rai1 ha trasmesso un programma televisivo degno di questo nome: la classe e la bravura di Fiorello sono ormai cosa nota al grande pubblico; ma è stato davvero un piacere passare qualche ora divertente, piacevole, con un umorismo spontaneo e pulito, senza i soliti psicodrammi e le fastidiosissime urla che ormai invadono qualsiasi programma televisivo!

Dopo questo flusso di coscienza impazzito, tento di ritornare sulle sudate carte; attendo i vostri consigli musicali miei cari!

Annunci

Hogwarts è sempre più vicina

E siamo già a metà settimana! Ultimamente le giornate stanno passando veramente alla velocità della luce…e sopratutto…siamo già a FINE ottobre! O mio dio!!!
Dopo questo piccolo trauma iniziale, è meglio riprendere il filo con alcuni argomenti trattati in post precedenti, ma non ancora conclusi.
Il weekend danzereccio è andato alla grande! Della sana disco music ballata sul tavolo di un locale è sempre garanzia di un successo assicurato 😛
I due smalti che avevo preso a Pisa della Kiko, mi hanno deluso tantissimo! Quello blu/verde non l’ho ancora testato, ma quello prugna (su cui avevo grandissime aspettative) fa davvero schifo! Però, per accontentare Pupottina, ho messo la foto di uno smalto che amo tantissimo, sia come colore che come tenuta. E’ della collezione dell’anno scorso della Pupa, un grigio stupendo, colore freddo che fa subito inverno 🙂

I preparativi per il mega party di Halloween proseguono a gonfie vele. Per chi non si ricorda faccio un piccolo riassunto: le mie amiche hanno pensato di fare una festa in maschera e come tema è stato scelto Harry Potter. Ognuno dei partecipanti dovrà travestirsi come uno dei personaggi della famossima serie di J.K.Rowling. Io ho scelto lei, che però devo dire che nei film non è tratta così a fondo come nei libri.
Il mantello è quasi pronta, per la divisa sono a posto ed oggi è arrivato il patch con il simbolo della mia Casa 🙂 Manca solo la parrucca e la bacchetta! Le ricerche continuano.

Tornando alla vita reale, la tesi procede. Dovrei anche iniziare a studiare per gli esami, ma ho deciso che queste ultime settimane di ottobre, cerco di portarmi il più avanti possibile con la lettura dei materiali. Oggi ho iniziato questo libro, che è veramente molto interessante: una biografia di Carroll in cui, sulla base di alcune recenti scoperte nell’archivio Dodgson (vero nome dell’autore), vengono messi in discussione alcuni clichè, anche poco piacevoli, a riguardo del creatore di Alice nel Paese delle Meraviglie. Dopo una mattinata di intenso studio in biblioteca insieme alla mia amica C., il tutto preceduto da una sonora colazione al bar, ecco che anche il mio pomeriggio sarà dedicato alla lettura di questo libro. Mi piace tantissimo anche l’immagine del Bianconiglio 😛

Domani invece sarà una giornata campale: ho una passione smodata per gli stivali, ma visto le mie finanze limitate per quest’anno avevo deciso di tenere i miei due soliti paia, uno marrone e l’altro nero. La mamma però ha deciso di finanziarmi e così domani pomeriggio andrò all’Outlet alla ricerca dello stivale perduto. Cosa non da poco; infatti, nonostante io adori gli stivali e ne comprerei a dozzine, la ricerca è sempre ardua a causa dei miei polpacci da centravanti! Ora, o fanno gli stivali troppo piccoli, oppure sono io che ho le gambe come quelle di un maiale! A voi la scelta 😛

Quattro modi per sopravvivere alla settimana

N.1: ricordarsi del fantastico weekend appena trascorso e delle grasse risate fatte con gli amici.

N. 2: Aggiungere due nuovi pezzi alla collezione di smalti. Il secondo è un prugna, ma non so se dalla foto si vede bene 🙂

N.3: comprare un’agenda strafiga per il prossimo anno.

N.4: pensare al prossimo weekend, sapendo che sarà bello e divertente come quello appena trascorso!

Piccole donne crescono

Dopo un periodo particolarmente intenso, pieno di impegni, di emozioni e di stress, il primo giorno di “quiete” soffro sempre di un leggero malessere. Non so come mai, ma succede praticamente sempre. Le scorse due settimane sono state molto impegnative dal punto di vista universitario, la prossima ho ancora un paio di esami, sabato è andato tutto bene, però l’attesa è stata decisamente snervante. Ho la consapevolezza che ora davvero sono riuscita a chiudere un capitolo che mi ha fatto molto soffrire, che questa situazione è perfettamente gestibile e che non intacca niente di tutte le cose belle che mi sono conquistata con fatica e dedizione, e che i due che mi vorrebbero fuori dalla loro esistenza, in realtà non solo si sono eliminati da soli dalla mia vita, ma anche da quella di tutti i nostri amici. Nonostante tutto questo mi porti una bellissima e piacevole sensazione di sollievo, e nonostante debba studiare, oggi non riesco assolutamente a concludere nulla.
Quando mi capitano queste giornate, non c’è veramente niente da fare, se non calmarmi e riposarmi per essere pronta, domani, a portare avanti tutte le cose che ho in ballo con costanza e impegno come sempre. Insomma una giornata scazzo non ha mai ucciso nessuno!
In questo anno e mezzo penso di essere cambiata moltissimo: ho fatto una cernita delle mie priorità, sia a livello affettivo, sia per quanto riguarda le mie aspirazioni personali. Penso di essere anche diventata un pò più “donna”, ma anche a partire dalle cose più stupide e materiali: ho iniziato a portare gonne e vestiti più corti, a sentirmi più femminile, a portare i tacchi alti. E poi ho pure iniziato a manifestare un maggiore interesse per il make up. Ho iniziato a seguire su Youtube i tutorial di questa allegra fanciulla, ed ho scoperto un mondo; sopratutto ho imparato a migliorarmi e valorizzarmi, tra pennelli, ombretti, fondotinta, cipria, blush e smalti.
Ed è proprio con gli smalti che vorrei concludere questo post senza un particolar fine 🙂 Tra tutti i vari cosmetici, gli smalti sono quelli che mi danno maggiore soddisfazione e che mi piace cambiare spesso. Per il trucco occhi e il resto ammetto di essere abbastanza monotona, nel senso che quando trovo dei colori e un look che mi piace, tendo ad essere un pò “pigra” e riproporlo più volte. Con gli smalti, invece, amo cercare cose nuove, nuovi colori ecc.

Quest’estate andavano molto i colori “pop”, accesi e un pò anni ’80. Questi due mi hanno conquistata, sopratutto quello aranciato che sulle unghie è davvero carinissimo!

Il grigio lo trovo davvero elegante come colore, su tutto e in tutto! Vestiti, accessori, e anche per lo smalto mi fa davvero impazzire!

Invece il rosa non mi piace particolarmente: fa un pò troppo “bambolina” e come effetto non mi piace per niente. L’unica eccezione è questo smalto ciliegia, perchè è molto più scuro di quanto sembra!

Un evergreen sulle unghie! Un colore che amo tantissimo, insieme al nero! Sempre chicchissimi 😛

 Come il grigio, anche il marrone lo trovo un colore elegantissimo che sta bene a tutte! Sulle unghie l’ho scoperto solo recentemente e ormai non lo mollo più!

Acquisto fresco fresco di oggi. Il blu non ha mai riscosso più di tanto i miei favori: non mi ci vedo moltissimo! Poi qualche giorno fa, sfogliando una rivista, ho visto che Dior è uscito con uno smalto blu scuro molto molto bello! Visto però il prezzo ho deciso di trovare un dupe più economico e questo non mi ha deluso per niente!


 Questo è il mio prossimo obiettivo! Sto già mettendo da parte i soldini 😛

Ora la smetto di annoiarvi! Scusate, domani tornerò pienamente in me. Anzi, non è corretto dire così. Questa è una parte di me, la parte un pò più frivola, che ama le cose belle, la classe e l’eleganza, abbinare i colori, cercare di essere non bella (perchè non credo affatto di essere bella) ma piacevole. E’ la parte di me che fino ad ora è rimasta un pò nascosta, ma che ora è emersa. E mi piace molto, abbinata alla parte di me più “seria” e “intellettuale”