Buon Halloween!

Annunci

Non è indifferenza

In queste ultime settimane sono successe una serie di cose che non ci hanno lasciato indifferenti. Solo per citarne alcune: la morte di Marco Simoncelli e l’alluvione nello Spezzino e in Lunigiana. Senza contare la grave situazione economica a livello mondiale, in cui c’è veramente ben poco da stare allegri.
Nel mio mondo virtuale personale non c’è stato spazio per queste notizie, ed è stata una scelta consapevole e ponderata. Penso che ci sia già abbastanza da preoccuparsi nella vita reale, e che quindi sia giusto che questo blog venga dedicato a delle cose più allegre, leggere, che possano distrarre me e chi mi legge per qualche minuto dai nostri piccoli e grandi problemi quotidiani. Non significa essere indiffenti, frivoli o poco attenti a quello che ci circonda; mi ritengo molto consapevole delle brutture del nostro mondo e proprio per piacere personale, ci tengo e mi piace informarmi. Leggo molto, e quotidianamente guardo tre telegiorni e butto sempre un occhio ad un paio di quotidiani. Però qui vorrei essere un pò spensierata, prendermi una pausa da ciò che ci assilla, spegnere il cervello per qualche minuto prima di rimettermi sui libri. Ecco perchè non parlo di alcune cose. Che poi non sono  mai per le generalizzazioni; magari domani mattina leggo una notizia sul giornale che mi colpisce e decido comunque di scrivere qui due righe. Massima e assoluta libertà. Ci tenevo a precisare il perchè del mio silenzio su alcuni temi, perchè non vorrei che si avesse un’idea sbagliata di me. Tutto qui.

Chiusa la pagina seria, questa mattina trovo una mail che mi riempie di gioia: finalmente esce il sequel del libro “Mare di papaveri” di Amitav Ghosh. Una storia intensa, ricca di particolari e di pathos, sulla nascita dell’India moderna. Il tutto condito dagli elementi classici del romanzo. L’autore presenta il nuovo libro, che si intitolerà “Il fiume dell’oppio” a Roma il 9 novembre. Mi piacerebbe proprio poter andarci, ma purtroppo dovrò disertare perchè il piatto piange! Arriverà mai il momento in cui potrò avere due soldi miei da poter gestire e “investire” nelle cose che mi piacciono? Lasciando ai posteri l’ardua sentenza, è meglio che me ne torno nel Wonderland, continuando a postulare tesi su un libro meraviglioso e pieno di misteri. Magari un giorno farò un post su Lewis Carroll, perchè nel preparare la tesi, sto scoprendo delle cose veramente interessanti!

Infine un’altra idea per il possibile Tim Burton Party, che sta prendendo decisamente piede per una possibile festa di Carnevale 😛